Sostenibilità e Ambiente

L’impatto ambientale della soia

Con Chiara Saccani

25/01/2021

La soia: l’alimento più discusso tra vegani e onnivori. Scopriamo la verità sulla sostenibilità di questo alimento.

 

Salsa di soia , latte di soia, olio di soia, tofu. Quando pensiamo alla soia sono questi gli alimenti e gli utilizzi che ci vengono in mente, ma la verità è che solo una piccolissima parte della produzione mondiale di soia è utilizzata per questi prodotti

 

Che cos’è la soia

La soia è un legume ricco di proteine ed è quindi molto adatta come foraggio: circa il 75%, infatti, è utilizzato come mangime negli allevamenti di animali sia destinati alla produzione di carne, latteuova sia negli allevamenti di pesci.

 

 

Il rischio di coltivare soia in Sud America

Con un’estensione di 6,7 milioni di chilometri quadrati, l’Amazzonia è parte di 9 paesi in Sud America: Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù, Suriname, Venezuela e Guyana francese ed è una delle aree naturali più importanti e ancora sconosciute del pianeta, un vero e proprio regno di biodiversità e diversità culturale.
La minaccia principale per la sopravvivenza del polmone verde è
la deforestazione causata dalle coltivazioni e dagli allevamenti.

 

La soia coltivata in Brasile

La maggior parte della produzione di soia proviene dal Brasile e in particolare dal Cerrado: solo nel territorio brasiliano stiamo perdendo una superficie di foresta pluviale equivalente a oltre tre campi da calcio al minuto: da Business Insider sappiamo che dati satellitari hanno confermato che 21 mila chilometri quadrati sono stati deforestati per la soia tra il 2006 e il 2017, il 10 per cento di essi producono olio.

 

 

Tavola rotonda per la produzione sostenibile della soia

La Tavola rotonda per la produzione sostenibile della soia (RTRS) è un’iniziativa che include produttori, rivenditori e organizzazioni, e ha l’obiettivo di promuovere la produzione e il commercio sostenibili di soia a livello globale.
Il suddetto gruppo propone un sistema di
certificazione volontario nell’ambito del quale sono stati fissati standard minimi di produzione per favorire la coltivazione, la lavorazione e l’uso responsabile della soia, rinunciando al disboscamento di foreste e preziose aree e garantendo condizioni sociali adeguate. 

 

Quali sono gli obiettivi dell RTRS

Ecco nello specifico i loro obiettivi della RTRS

  • promuovere e favorire la produzione, la lavorazione e il commercio responsabili della soia a livello globale;
  • favorire il dialogo tra le parti interessate e garantire che le decisioni vengano prese su base consensuale;
  • favorire metodi di produzione della soia che proteggano l’ambiente, siano socialmente responsabili ed economicamente sostenibili;
  • mantenere e migliorare continuamente lo standard di produzione RTRS.

 

Soia Italia

Soia Italia é un’associazione no profit nata nel 2014 per promuovere e sostenere lo sviluppo nel Nord Italia della coltivazione sostenibile di soia di qualità NO OGM.
In Italia viene prodotto il 47% della produzione UE quindi è fondamentale una corretta e sostenibile gestione delle coltivazioni.