Costoletta di Marchesi

INTRODUZIONE

Ricetta in onore del primo divulgatore della cucina italiana nel mondo ovvero Gualtiero Marchesi. La costoletta alla milanese è una preparazione molto semplice, ma il modo in cui lo Chef sviluppa questo piatto è diverso e interessante. Invece di essere bassissima, nella classica forma che tutti conosciamo a “orecchia di elefante”, la costoletta in versione Marchesi è alta e tagliata a cubi proprio perché ogni boccone possa essere ben panato, valorizzando al meglio le sue caratteristiche: la croccantezza esterna che contrasta con la tenerezza della carne all’interno.

Altra particolarità di questa ricetta è senz’altro il piatto utilizzato per il servizio che è una riproduzione home made del piatto che Marchesi stesso utilizzava. Doppio divertimento in questo caso per Chef Nicolò che ha potuto cucinare non solo una delle sue ricette preferite, ma anche autoprodurre il props per l’impiattamento. Enjoy!

Difficoltà

Media

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Medio

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

10 minuti

Strumenti

Collaborazione

Ingredienti

Costoletta di vitello (alta 3 dita) 450 g circa;

Pangrattato 100 g;

Uova 3;

Farina 50 g;

Burro chiarificato q.b.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi rendere ancora più croccante la panatura sbriciolando qualche grissino e utilizzandolo insieme al pangrattato.




Preparazione

Separare l’osso dalla carne lasciando attaccata un po’ di polpa. Tagliare la parte della polpa in 8 cubi. Impanare i cubi prima nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato. Ripetere la panatura una seconda volta ripassando ogni cubo nuovamente prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Ripetere le operazioni per tutti i pezzi di carne.

Lasciare riposare i cubi di care per una decina di minuti prima di friggere in modo che la panatura si compatti bene. Cuocere la carne in abbondante burro chiarificato e nappare durante la cottura. Scolare su carta assorbente.

Regolare di sale e impiattare.

Recipe Chef in Camicia Secondi 0

Costoletta di Marchesi

INTRODUZIONE

Ricetta in onore del primo divulgatore della cucina italiana nel mondo ovvero Gualtiero Marchesi. La costoletta alla milanese è una preparazione molto semplice, ma il modo in cui lo Chef sviluppa questo piatto è diverso e interessante. Invece di essere bassissima, nella classica forma che tutti conosciamo a “orecchia di elefante”, la costoletta in versione Marchesi è alta e tagliata a cubi proprio perché ogni boccone possa essere ben panato, valorizzando al meglio le sue caratteristiche: la croccantezza esterna che contrasta con la tenerezza della carne all’interno.

Altra particolarità di questa ricetta è senz’altro il piatto utilizzato per il servizio che è una riproduzione home made del piatto che Marchesi stesso utilizzava. Doppio divertimento in questo caso per Chef Nicolò che ha potuto cucinare non solo una delle sue ricette preferite, ma anche autoprodurre il props per l’impiattamento. Enjoy!

PT30M PT10M
Difficoltà

Media

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Medio

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

10 minuti

Ingredienti

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi rendere ancora più croccante la panatura sbriciolando qualche grissino e utilizzandolo insieme al pangrattato.

Preparazione
  1. Separare l’osso dalla carne lasciando attaccata un po’ di polpa. Tagliare la parte della polpa in 8 cubi. Impanare i cubi prima nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato. Ripetere la panatura una seconda volta ripassando ogni cubo nuovamente prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Ripetere le operazioni per tutti i pezzi di carne.

  2. Lasciare riposare i cubi di care per una decina di minuti prima di friggere in modo che la panatura si compatti bene. Cuocere la carne in abbondante burro chiarificato e nappare durante la cottura. Scolare su carta assorbente.

  3. Regolare di sale e impiattare.

Ingredienti
  • Costoletta di vitello (alta 3 dita) 450 g circa;

  • Pangrattato 100 g;

  • Uova 3;

  • Farina 50 g;

  • Burro chiarificato q.b.

Ricettario Stagionale