Dorayaki

INTRODUZIONE

“Io conosco un grosso gatto, sempre allegro e soddisfatto, con la testa rotondissima. È davvero intelligente, furbo e sorridente, DORAEMON, the cat!”

E chi non lo conosce? Tutti quanti, bambini e non solo, vorremmo un simpatico Doraemon nelle nostre vite che ci tiri fuori dai guai. Questo famoso gattone spaziale che ha paura dei topi è anche golosissimo di dolci e proprio da questa sua caratteristica Chef Hiro si è lasciato ispirare per la preparazione dei Dorayaki, una delle merende più apprezzate in Giappone. Queste frittelle, che somigliano tanto ai pancake, per fortuna hanno una ricetta davvero facile da preparare perché ne dovrete cucinare tantissime dato che andranno a ruba sia a colazione sia a merenda!

Difficoltà

Facile

Dosi

6 dorayaki

Tempo di preparazione

10 minuti

Tempo di cottura

20 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

20 minuti

Strumenti

Collaborazione

Ingredienti

Uova 150 g;

Zucchero semolato 120 g;

Miele 7,5 g;

Mirin 7,5 g;

Latte 75 g;

Farina 00 150 g;

Lievito in polvere vanigliato 4,5 g;

Olio di semi q.b.;

Tsubuan (confettura di fagioli rossi giapponesi) 240 g.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire:

  • il Mirin con il sakè oppure con del vino bianco dolce con aggiunta di zucchero o miele;
  • la confettura di fagioli rossi giapponesi con una confettura di tuo gusto o della crema di cioccolato.




Preparazione

In una bacinella, con l’aiuto di una frusta a mano, montare le uova con lo zucchero semolato, il mirin e il miele fino a ottenere una consistenza omogenea quindi aggiungere il latte.

Setacciare la farina 00 insieme al lievito vanigliato e unirli al composto quindi lasciare riposare per 10 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, ungere una padella con poco olio di semi quindi con l’aiuto di un mestolo versare una dose di composto nella padella calda, coprire con un coperchio e cuocere fino a quando compariranno delle bollicine sulla superficie della frittella.

Togliere il coperchio, girare la frittella e terminare la cottura quindi lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Comporre il Dorayaki spalmando lo tsubuan tra due frittelle e pressando leggermente i bordi in modo che le due parti restino unite.

In un piatto da portata servire i Dorayaki.

Recipe Chef in Camicia Ricette 0

Dorayaki

INTRODUZIONE

“Io conosco un grosso gatto, sempre allegro e soddisfatto, con la testa rotondissima. È davvero intelligente, furbo e sorridente, DORAEMON, the cat!”

E chi non lo conosce? Tutti quanti, bambini e non solo, vorremmo un simpatico Doraemon nelle nostre vite che ci tiri fuori dai guai. Questo famoso gattone spaziale che ha paura dei topi è anche golosissimo di dolci e proprio da questa sua caratteristica Chef Hiro si è lasciato ispirare per la preparazione dei Dorayaki, una delle merende più apprezzate in Giappone. Queste frittelle, che somigliano tanto ai pancake, per fortuna hanno una ricetta davvero facile da preparare perché ne dovrete cucinare tantissime dato che andranno a ruba sia a colazione sia a merenda!

PT10M PT20M
Difficoltà

Facile

Dosi

6 dorayaki

Tempo di preparazione

10 minuti

Tempo di cottura

20 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

20 minuti

Ingredienti

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire:

  • il Mirin con il sakè oppure con del vino bianco dolce con aggiunta di zucchero o miele;
  • la confettura di fagioli rossi giapponesi con una confettura di tuo gusto o della crema di cioccolato.
Preparazione
  1. In una bacinella, con l’aiuto di una frusta a mano, montare le uova con lo zucchero semolato, il mirin e il miele fino a ottenere una consistenza omogenea quindi aggiungere il latte.

  2. Setacciare la farina 00 insieme al lievito vanigliato e unirli al composto quindi lasciare riposare per 10 minuti.

  3. Trascorso il tempo di riposo, ungere una padella con poco olio di semi quindi con l’aiuto di un mestolo versare una dose di composto nella padella calda, coprire con un coperchio e cuocere fino a quando compariranno delle bollicine sulla superficie della frittella.

  4. Togliere il coperchio, girare la frittella e terminare la cottura quindi lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Comporre il Dorayaki spalmando lo tsubuan tra due frittelle e pressando leggermente i bordi in modo che le due parti restino unite.

  5. In un piatto da portata servire i Dorayaki.

Ingredienti
  • Uova 150 g;

  • Zucchero semolato 120 g;

  • Miele 7,5 g;

  • Mirin 7,5 g;

  • Latte 75 g;

  • Farina 00 150 g;

  • Lievito in polvere vanigliato 4,5 g;

  • Olio di semi q.b.;

  • Tsubuan (confettura di fagioli rossi giapponesi) 240 g.