Drago di spigola

Introduzione

Cosa avrà pescato oggi il nostro Hiro Sampei? Spigola. Ed ha deciso di regalarci una preparazione davvero speciale. Il drago di spigola. E sapete perché si chiama drago? Perché alla preparazione vengono lasciate le squame ed in cottura le squame di andranno ad aprire, dando l’illusione di una pelle di drago.
Sono pochissimi gli ingredienti principali di questa ricetta, quali spigola (tra i pesci più energici e combattenti del mare e per questo molto amato dagli appassionati di pesca sportiva), un po di olio di semi per friggere, zenzero, bambù e lime. Sento già odore di Giappone.
Se vuoi approfondire le ricette, la cucina e la cultura giapponese non perderti il Corso di Cucina Giapponese di Chef Hiro su Acadèmia!
Corriamo subito in cucina.

Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

5 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di pesce

Tempo di riposo

Strumenti

Spiedi di bambù

Collaborazione

Ingredienti

Per il drago di spigola:

Spigola intera 1;

Olio di semi per friggere q.b.;

Sale fino q.b.;

Per la finitura:

Foglie di bambù 2;

Fette di lime 2;

Gari (zenzero marinato) q.b.;




Ti manca qualche ingrediente?




Preparazione

Per il drago di spigola:

Sfilettare la spigola e tagliare a porzioni.

Sollevare le squame, infarinarle e inserire gli stecchi di bambù.

In una padella scaldare dell’olio di semi per friggere ad una temperatura di circa 180°C. Versare l'olio bollente soltanto dalla parte della pelle fino ad ottenere la croccantezza e la doratura desiderate. Scolare su carta da cucina.

Trasferire la spigola su una placca rivestita di carta da forno. Completare la cottura in forno a 200° per 3-5 minuti. Togliere dal forno, condire con il sale.

Per la finitura:

In un piatto da portata, adagiare il drago di spigola sulle foglie di bambù, accompagnare con una fetta di lime e il gari.

Recipe Chef in Camicia Ricette 0

Drago di spigola

Introduzione

Cosa avrà pescato oggi il nostro Hiro Sampei? Spigola. Ed ha deciso di regalarci una preparazione davvero speciale. Il drago di spigola. E sapete perché si chiama drago? Perché alla preparazione vengono lasciate le squame ed in cottura le squame di andranno ad aprire, dando l’illusione di una pelle di drago.
Sono pochissimi gli ingredienti principali di questa ricetta, quali spigola (tra i pesci più energici e combattenti del mare e per questo molto amato dagli appassionati di pesca sportiva), un po di olio di semi per friggere, zenzero, bambù e lime. Sento già odore di Giappone.
Se vuoi approfondire le ricette, la cucina e la cultura giapponese non perderti il Corso di Cucina Giapponese di Chef Hiro su Acadèmia!
Corriamo subito in cucina.

PT30M PT5M
Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

5 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di pesce

Ingredienti

Per il drago di spigola:

Per la finitura:

Preparazione
Per il drago di spigola:
  1. Sfilettare la spigola e tagliare a porzioni.

  2. Sollevare le squame, infarinarle e inserire gli stecchi di bambù.

  3. In una padella scaldare dell’olio di semi per friggere ad una temperatura di circa 180°C. Versare l'olio bollente soltanto dalla parte della pelle fino ad ottenere la croccantezza e la doratura desiderate. Scolare su carta da cucina.

  4. Trasferire la spigola su una placca rivestita di carta da forno. Completare la cottura in forno a 200° per 3-5 minuti. Togliere dal forno, condire con il sale.

Per la finitura:
  1. In un piatto da portata, adagiare il drago di spigola sulle foglie di bambù, accompagnare con una fetta di lime e il gari.

Ingredienti

Per il drago di spigola:

  • Spigola intera 1;

  • Olio di semi per friggere q.b.;

  • Sale fino q.b.;

Per la finitura:

  • Foglie di bambù 2;

  • Fette di lime 2;

  • Gari (zenzero marinato) q.b.;