Focaccia al formaggio

INTRODUZIONE

La focaccia di Recco è una di quelle cose a cui proprio non si riesce a resistere: sottile, morbida e farcita con tanto tanto formaggio è una prelibatezza e una vera istituzione in Liguria. Come spesso accade per tante ricette che sono entrate a far parte del patrimonio culinario di un paese, le origini di questa ricetta sono davvero umili e in realtà legate al caso. La prima focaccia di Recco infatti fu impastata durante la terza crociata quando i contadini della zona di Recco, costretti a rifugiarsi nell’entroterra durante l’invasione dei Turchi, avevano a disposizione solo farina, acqua, olio e formaggetta per cibarsi. Si inventarono questo piatto che oggi è da tutti conosciuto e apprezzato. Da oggi, grazie alla ricetta di Alessandro Scuderi potrete togliervi lo sfizio di prepararla anche a casa perché, tolti i necessari tempi di lievitazione, è davvero facile da preparare.

Difficoltà

Facile

Dosi

6 persone

Tempo di preparazione

1 ora

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

24 ore

Strumenti

Collaborazione

Ingredienti

Farina tipo manitoba 1 kg;

Acqua temperatura ambiente 550 g;

Olio evo 70 g;

Sale 20 g;

Farina di semola rimacinata q.b.;

Formaggio tipo robiola 350 g;




Ti manca qualche ingrediente?




Preparazione

Versare farina, sale e acqua all’interno di un recipiente. Impastare fino ad amalgamare il tutto, spostarsi poi sul banco e continuare a impastare. Aggiungere all’impasto l’olio, poco alla volta, impastando con molta pazienza fino a quando tutta la quantità sarà completamente assorbita. Terminato di impastare, lasciare riposare per 10 minuti. Trascorso il tempo di riposo, riprendere ad impastare fino a che il panetto risulterà liscio e omogeneo. Lasciare riposare per altri 20 minuti coperto e oliato. Trascorso il tempo di riposo, ricavare delle palline da 100 g l’una. Coprire con pellicola ogni pallina e lasciare riposare in frigorifero per 24 ore. Trascorso questo tempo, tirare fuori le palline dal frigorifero 30 minuti prima di stenderle. Stendere le pallina nella farina di semola fino ad ottenere un disco molto sottile. Ungere la teglia con un filo di olio quindi posizionare il primo disco al suo interno. Farcire con 80 g di stracchino cremoso e coprire con un secondo disco. Premere sui bordi per sigillare bene e tagliare l’impasto superfluo. Con l’impasto “di scarto” creare delle nuove palline per fare altre focacce. Esercitare una leggera pressione con i polpastrelli su tutta la superficie della focaccia, coprire d’olio e infornare a 250°C per 10 minuti.

Recipe Chef in Camicia 0

Focaccia al formaggio

INTRODUZIONE

La focaccia di Recco è una di quelle cose a cui proprio non si riesce a resistere: sottile, morbida e farcita con tanto tanto formaggio è una prelibatezza e una vera istituzione in Liguria. Come spesso accade per tante ricette che sono entrate a far parte del patrimonio culinario di un paese, le origini di questa ricetta sono davvero umili e in realtà legate al caso. La prima focaccia di Recco infatti fu impastata durante la terza crociata quando i contadini della zona di Recco, costretti a rifugiarsi nell’entroterra durante l’invasione dei Turchi, avevano a disposizione solo farina, acqua, olio e formaggetta per cibarsi. Si inventarono questo piatto che oggi è da tutti conosciuto e apprezzato. Da oggi, grazie alla ricetta di Alessandro Scuderi potrete togliervi lo sfizio di prepararla anche a casa perché, tolti i necessari tempi di lievitazione, è davvero facile da preparare.

PT1H PT10M
Difficoltà

Facile

Dosi

6 persone

Tempo di preparazione

1 ora

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

24 ore

Ingredienti
Preparazione
  1. Versare farina, sale e acqua all’interno di un recipiente. Impastare fino ad amalgamare il tutto, spostarsi poi sul banco e continuare a impastare. Aggiungere all’impasto l’olio, poco alla volta, impastando con molta pazienza fino a quando tutta la quantità sarà completamente assorbita. Terminato di impastare, lasciare riposare per 10 minuti. Trascorso il tempo di riposo, riprendere ad impastare fino a che il panetto risulterà liscio e omogeneo. Lasciare riposare per altri 20 minuti coperto e oliato. Trascorso il tempo di riposo, ricavare delle palline da 100 g l’una. Coprire con pellicola ogni pallina e lasciare riposare in frigorifero per 24 ore. Trascorso questo tempo, tirare fuori le palline dal frigorifero 30 minuti prima di stenderle. Stendere le pallina nella farina di semola fino ad ottenere un disco molto sottile. Ungere la teglia con un filo di olio quindi posizionare il primo disco al suo interno. Farcire con 80 g di stracchino cremoso e coprire con un secondo disco. Premere sui bordi per sigillare bene e tagliare l’impasto superfluo. Con l’impasto “di scarto” creare delle nuove palline per fare altre focacce. Esercitare una leggera pressione con i polpastrelli su tutta la superficie della focaccia, coprire d’olio e infornare a 250°C per 10 minuti.

Ingredienti
  • Farina tipo manitoba 1 kg;

  • Acqua temperatura ambiente 550 g;

  • Olio evo 70 g;

  • Sale 20 g;

  • Farina di semola rimacinata q.b.;

  • Formaggio tipo robiola 350 g;