Frisella pugliese con pomodorini e burrata

INTRODUZIONE

La frisella è un tarallo di grano duro cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e ripassato al forno per farlo biscottare. In passato si trattava del cibo tipico dei lavoratori anche se le sue origini sembrano risalire addirittura ai Fenici che lo usavano come pane da viaggio che mangiavano condito con acqua di mare e olio d’oliva.

Nasce in Puglia, ma è una pietanza molto diffusa anche in Campania e Calabria. Per prepararla deve essere bagnata in acqua fredda in modo da ammorbidirsi leggermente senza però diventare molle, viene poi condita in tantissimi modi diversi: Pietro Spina ha scelto di condirla con pomodori, cetriolo e le sue mitiche burrate: gli piace vincere facile.

Difficoltà

Facile

Dosi

1 persona

Tempo di preparazione

10 minuti

Tempo di cottura

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

Strumenti

Collaborazione

Ingredienti

Frisella di grano duro 1;

Pomodorini 6;

Cetriolo barattiere 2 fette;

Burratina 1;

Olio q.b.;

Sale q.b.;

Origano q.b.;

Basilico q.b.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire il cetriolo barattiere con il cetriolo classico.

 




Preparazione

Pulire il cetriolo dai semi interni e tagliarlo a dadini. Tagliare a cubetti i pomodori. In una ciotola, condire cetriolo e pomodoro con olio, sale, origano e basilico. Inzuppare per 2 secondi in acqua fresca la frisa e posizionarla su un piatto. Condire la frisa con l’insalata di cetriolo e pomodoro quindi aggiungere la burrata. Guarnire con un filo di olio e qualche fogliolina di basilico fresco.

Recipe Chef in Camicia 0

Frisella pugliese con pomodorini e burrata

INTRODUZIONE

La frisella è un tarallo di grano duro cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e ripassato al forno per farlo biscottare. In passato si trattava del cibo tipico dei lavoratori anche se le sue origini sembrano risalire addirittura ai Fenici che lo usavano come pane da viaggio che mangiavano condito con acqua di mare e olio d’oliva.

Nasce in Puglia, ma è una pietanza molto diffusa anche in Campania e Calabria. Per prepararla deve essere bagnata in acqua fredda in modo da ammorbidirsi leggermente senza però diventare molle, viene poi condita in tantissimi modi diversi: Pietro Spina ha scelto di condirla con pomodori, cetriolo e le sue mitiche burrate: gli piace vincere facile.

PT10M
Difficoltà

Facile

Dosi

1 persona

Tempo di preparazione

10 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Ingredienti

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire il cetriolo barattiere con il cetriolo classico.

 

Preparazione
  1. Pulire il cetriolo dai semi interni e tagliarlo a dadini. Tagliare a cubetti i pomodori. In una ciotola, condire cetriolo e pomodoro con olio, sale, origano e basilico. Inzuppare per 2 secondi in acqua fresca la frisa e posizionarla su un piatto. Condire la frisa con l’insalata di cetriolo e pomodoro quindi aggiungere la burrata. Guarnire con un filo di olio e qualche fogliolina di basilico fresco.

Ingredienti
  • Frisella di grano duro 1;

  • Pomodorini 6;

  • Cetriolo barattiere 2 fette;

  • Burratina 1;

  • Olio q.b.;

  • Sale q.b.;

  • Origano q.b.;

  • Basilico q.b.