Gelato alla ricotta

INTRODUZIONE

Questo dolce al cucchiaio, un po’ impropriamente chiamato gelato, anche se in effetti potrebbe essere considerato un suo antenato, ha origini nella tradizione pastorizia romana. La ricotta, infatti, era sicuramente uno degli ingredienti di più facile reperibilità per i pastori che, giustamente, non volevano certo privarsi di qualcosa di dolce per concludere il pasto. La versione originale di questo dolce prevede che la ricotta venga mescolata a mano alla montata di uova e zucchero e questo permetteva di ottenere una consistenza molto rustica che in effetti, dopo il raffreddamento, generava una sorta di gelato. Oggi grazie allo sbattitore elettrico o alla planetaria si riesce ad ottenere una consistenza molto liscia che rimane morbida anche dopo il raffreddamento. Un dolce al cucchiaio delizioso per gli amanti della ricotta, perfetto a fine pasto o per una merenda fresca.

Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

4 ore

Strumenti

Fruste elettriche

Collaborazione

Ingredienti

Ricotta di pecora (setacciata) 250 g;

Tuorli d'uovo 2;

Zucchero a velo 100 g;

Marsala 1 cucchiaio;

Arancia candita q.b.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire:

  • Il Marsala con un altro liquore di tuo gradimento.
  • L ’arancia candita con delle gocce di cioccolato.




Preparazione

Passare al setaccio la ricotta ben scolata dal suo siero. Montare i tuorli con lo zucchero a velo con l’aiuto di uno sbattitore elettrico o di una frusta a mano, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere il liquore e continuare a sbattere per amalgamare bene.

Aggiungere la ricotta setacciata e continuare a montare fino ad ottenere una crema liscia. Coprire con pellicola e lasciare rassodare in frigorifero per almeno 4 ore.

Servire il gelato in coppette guarnendo con arancia candita.

Recipe Chef in Camicia Dolci e Dessert 0

Gelato alla ricotta

INTRODUZIONE

Questo dolce al cucchiaio, un po’ impropriamente chiamato gelato, anche se in effetti potrebbe essere considerato un suo antenato, ha origini nella tradizione pastorizia romana. La ricotta, infatti, era sicuramente uno degli ingredienti di più facile reperibilità per i pastori che, giustamente, non volevano certo privarsi di qualcosa di dolce per concludere il pasto. La versione originale di questo dolce prevede che la ricotta venga mescolata a mano alla montata di uova e zucchero e questo permetteva di ottenere una consistenza molto rustica che in effetti, dopo il raffreddamento, generava una sorta di gelato. Oggi grazie allo sbattitore elettrico o alla planetaria si riesce ad ottenere una consistenza molto liscia che rimane morbida anche dopo il raffreddamento. Un dolce al cucchiaio delizioso per gli amanti della ricotta, perfetto a fine pasto o per una merenda fresca.

PT20M
Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

20 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

4 ore

Ingredienti

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire:

  • Il Marsala con un altro liquore di tuo gradimento.
  • L ’arancia candita con delle gocce di cioccolato.
Preparazione
  1. Passare al setaccio la ricotta ben scolata dal suo siero. Montare i tuorli con lo zucchero a velo con l’aiuto di uno sbattitore elettrico o di una frusta a mano, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere il liquore e continuare a sbattere per amalgamare bene.

  2. Aggiungere la ricotta setacciata e continuare a montare fino ad ottenere una crema liscia. Coprire con pellicola e lasciare rassodare in frigorifero per almeno 4 ore.

  3. Servire il gelato in coppette guarnendo con arancia candita.

Ingredienti
  • Ricotta di pecora (setacciata) 250 g;

  • Tuorli d'uovo 2;

  • Zucchero a velo 100 g;

  • Marsala 1 cucchiaio;

  • Arancia candita q.b.