Pasta alla ionica

Introduzione

La pasta “alla Ionica” è una ricetta la cui origine è “contesa” tra Puglia e Calabria, entrambe regioni bagnate dal Mar Ionio. Si tratta di un sugo di pomodoro arricchito con peperoni e guanciale. La versione tradizionale prevede un passaggio con il passaverdure, che permette anche di mantenere un ottimo colore finale sulla salsa. In alternativa è possibile utilizzare il minipimer e, per non far schiarire troppo la salsa, si consiglia sempre di frullare una volta fredda.

Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

20 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

Strumenti

Minipimer

Collaborazione

Negroni

Ingredienti

Per la pasta:

Pasta lunga (maccheroncini al ferretto, fusilli lunghi, o bucatini) 200 g;

Pomodori ramati 2;

Peperone rosso dolce 1;

Petali di guanciale Negroni 120 g;

Aglio 1 spicchio;

Basilico abbondante;

Pecorino grattugiato 40 g;

Olio Extravergine di oliva q.b.;




Ti manca qualche ingrediente?




Preparazione

Per la pasta:

Pulire i peperoni dai semi e filamenti interni, incidere i pomodori a croce; Lessare per 3-4 minuti in acqua bollente salata, quindi scolare e lasciare intiepidire leggermente;

Rimuovere la pelle dei pomodori e dei peperoni; Passare al passaverdure a fori larghi, oppure frullare al minipimer e passare al setaccio;

Fare sudare dolcemente il guanciale in padella e, una volta che avrà rilasciato tutto il suo grasso, aggiungere l’aglio tritato finemente;

Versare in padella la salsa di pomodori e peperoni e cuocere a fuoco dolce per 10-15 minuti, regolando di sale a fine cottura; Nel frattempo cuocere la pasta in acqua bollente salata.

Quindi scolare la pasta al dente in padella e completare la cottura con la salsa; Aggiungere abbondante basilico spezzettato, mantecare con olio extravergine di oliva e pecorino grattugiato;

Impiattare e servire con un’ulteriore spolverata di pecorino.

Recipe Chef in Camicia Ricette 0

Pasta alla ionica

Introduzione

La pasta “alla Ionica” è una ricetta la cui origine è “contesa” tra Puglia e Calabria, entrambe regioni bagnate dal Mar Ionio. Si tratta di un sugo di pomodoro arricchito con peperoni e guanciale. La versione tradizionale prevede un passaggio con il passaverdure, che permette anche di mantenere un ottimo colore finale sulla salsa. In alternativa è possibile utilizzare il minipimer e, per non far schiarire troppo la salsa, si consiglia sempre di frullare una volta fredda.

PT30M PT20M
Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

20 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Ingredienti

Per la pasta:

Preparazione
Per la pasta:
  1. Pulire i peperoni dai semi e filamenti interni, incidere i pomodori a croce; Lessare per 3-4 minuti in acqua bollente salata, quindi scolare e lasciare intiepidire leggermente;

  2. Rimuovere la pelle dei pomodori e dei peperoni; Passare al passaverdure a fori larghi, oppure frullare al minipimer e passare al setaccio;

  3. Fare sudare dolcemente il guanciale in padella e, una volta che avrà rilasciato tutto il suo grasso, aggiungere l’aglio tritato finemente;

  4. Versare in padella la salsa di pomodori e peperoni e cuocere a fuoco dolce per 10-15 minuti, regolando di sale a fine cottura; Nel frattempo cuocere la pasta in acqua bollente salata.

  5. Quindi scolare la pasta al dente in padella e completare la cottura con la salsa; Aggiungere abbondante basilico spezzettato, mantecare con olio extravergine di oliva e pecorino grattugiato;

  6. Impiattare e servire con un’ulteriore spolverata di pecorino.

Ingredienti

Per la pasta:

  • Pasta lunga (maccheroncini al ferretto, fusilli lunghi, o bucatini) 200 g;

  • Pomodori ramati 2;

  • Peperone rosso dolce 1;

  • Petali di guanciale Negroni 120 g;

  • Aglio 1 spicchio;

  • Basilico abbondante;

  • Pecorino grattugiato 40 g;

  • Olio Extravergine di oliva q.b.;