Pizza autunnale di grano duro

INTRODUZIONE

In questa ricetta la grande protagonista dell’autunno, ovvero la zucca, dà il meglio di sé unendosi al guanciale croccante, al caciocavallo e alle nocciole e rendendo davvero speciale un impasto semplice come quello della pizza. A Davide Zambelli però, come sempre, piace sorpenderci e così anche l’impasto, in questo caso, non è affatto banale grazie all’utilizzo della farina di solo grano duro che rende la pizza croccante e che ricorda il profumo del pane appena sfornato. Il grano duro ha tra l’altro molte proprietà tra cui la ricchezza di proteine, di fibre, di vitamine e sali minerali oltre ad avere un indice glicemico più basso rispetto alle farine di grano tenero per la presenza al suo interno di carboidrati complessi. Insomma grazie a questa ricetta potremo goderci una bella pizza con la coscienza quasi a posto.

Difficoltà

Media

Dosi

2 pizze

Tempo di preparazione

1 ora

Tempo di cottura

15 minuti

Costo

Medio

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

4 ore

Strumenti

Collaborazione

La Molisana

Ingredienti

Per l’impasto:

Semola di grano duro per pizza “La Molisana” 500 g;

Acqua tiepida 300 ml;

Lievito di birra fresco 10 g;

Miele q.b.;

Acqua 100 ml;

Sale 12 g;

Olio extra vergine di oliva q.b.;

Per il condimento:

Purea di zucca q.b.;

Guanciale q.b.;

Caciocavallo o provolone q.b.;

Nocciole tostate e pelate q.b.;

Sale q.b.;

Pepe q.b.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire il guanciale con dello speck.

Puoi sostituire il caciocavallo con dello stracchino se ami i gusti più delicati.




Preparazione

Per l’impasto:

Nella ciotola della planetaria versare i 300 ml di acqua tiepida, il lievito di birra e il miele quindi azionare la macchina per far sciogliere il lievito. Aggiungere la semola rimacinata di grano duro per pizza La Molisana e impastare per almeno 5-6 minuti a velocità bassa.

Mentre la planetaria è in funzione, aggiungere poco alla volta i 100 ml di acqua e impastare aumentando la velocità per formare l’impasto e sviluppare al meglio la maglia glutinica. Poco prima di terminare la fase di impasto aggiungere il sale.

Sul piano da lavoro leggermente unto, lavorare l’impasto con degli slap (pieghe) quindi riportare l’impasto in ciotola, coprirlo e lasciare riposare per 20 minuti. Trascorso il tempo di riposo ripetere l’operazione degli slap e lasciare nuovamente riposare per 20 minuti;. Passare quindi alla lavorazione dell’impasto con le pieghe classiche e lasciare riposare ancora per altri 20 minuti. Ripetere questa operazione per due volte.

Terminata la doppia lavorazione a pieghe classiche lasciare riposare l’impasto nella ciotola per circa 2 ore ovvero fino a quando l’impasto raddoppierà il suo volume. Trascorso il tempo di lievitazione, dividere l’impasto a metà aiutandosi con un po' di semola se tende ad appiccicarsi quindi formare due palle e coprirle entrambe con una ciotola attendendo circa 1 ora per la lievitazione. Terminata l’ultima fase di lievitazione, stendere le palle, prima da un lato poi dall’altro, aiutandosi sempre con un po' di semola. Formare due pizze del diametro di circa 30 cm;. Trasferire le pizze sulle teglie, precedentemente scaldate in forno a 250°C per simulare il calore dei forni dei pizzaioli, e cuocere per 10 min a 250° forno statico.

Per il condimento:

Estrarre le pizze dal forno e condirle con la crema di zucca (già cotta al forno e poi frullata con sale, pepe e un cucchiaio di grasso del guanciale precedentemente rosolato in padella), il caciocavallo grattugiato, il guanciale, le nocciole tostate, un filo d’olio, il sale e il pepe quindi cuocere in forno sempre a 250°C per qualche minuto fino a scioglimento del formaggio. Servire subito per apprezzare tutta la sua fragranza.

Recipe Chef in Camicia 0

Pizza autunnale di grano duro

INTRODUZIONE

In questa ricetta la grande protagonista dell’autunno, ovvero la zucca, dà il meglio di sé unendosi al guanciale croccante, al caciocavallo e alle nocciole e rendendo davvero speciale un impasto semplice come quello della pizza. A Davide Zambelli però, come sempre, piace sorpenderci e così anche l’impasto, in questo caso, non è affatto banale grazie all’utilizzo della farina di solo grano duro che rende la pizza croccante e che ricorda il profumo del pane appena sfornato. Il grano duro ha tra l’altro molte proprietà tra cui la ricchezza di proteine, di fibre, di vitamine e sali minerali oltre ad avere un indice glicemico più basso rispetto alle farine di grano tenero per la presenza al suo interno di carboidrati complessi. Insomma grazie a questa ricetta potremo goderci una bella pizza con la coscienza quasi a posto.

PT1H PT15M
Difficoltà

Media

Dosi

2 pizze

Tempo di preparazione

1 ora

Tempo di cottura

15 minuti

Costo

Medio

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

4 ore

Ingredienti

Per l’impasto:

Per il condimento:

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire il guanciale con dello speck.

Puoi sostituire il caciocavallo con dello stracchino se ami i gusti più delicati.

Preparazione
Per l’impasto:
  1. Nella ciotola della planetaria versare i 300 ml di acqua tiepida, il lievito di birra e il miele quindi azionare la macchina per far sciogliere il lievito. Aggiungere la semola rimacinata di grano duro per pizza La Molisana e impastare per almeno 5-6 minuti a velocità bassa.

  2. Mentre la planetaria è in funzione, aggiungere poco alla volta i 100 ml di acqua e impastare aumentando la velocità per formare l’impasto e sviluppare al meglio la maglia glutinica. Poco prima di terminare la fase di impasto aggiungere il sale.

  3. Sul piano da lavoro leggermente unto, lavorare l’impasto con degli slap (pieghe) quindi riportare l’impasto in ciotola, coprirlo e lasciare riposare per 20 minuti. Trascorso il tempo di riposo ripetere l’operazione degli slap e lasciare nuovamente riposare per 20 minuti;. Passare quindi alla lavorazione dell’impasto con le pieghe classiche e lasciare riposare ancora per altri 20 minuti. Ripetere questa operazione per due volte.

  4. Terminata la doppia lavorazione a pieghe classiche lasciare riposare l’impasto nella ciotola per circa 2 ore ovvero fino a quando l’impasto raddoppierà il suo volume. Trascorso il tempo di lievitazione, dividere l’impasto a metà aiutandosi con un po' di semola se tende ad appiccicarsi quindi formare due palle e coprirle entrambe con una ciotola attendendo circa 1 ora per la lievitazione. Terminata l’ultima fase di lievitazione, stendere le palle, prima da un lato poi dall’altro, aiutandosi sempre con un po' di semola. Formare due pizze del diametro di circa 30 cm;. Trasferire le pizze sulle teglie, precedentemente scaldate in forno a 250°C per simulare il calore dei forni dei pizzaioli, e cuocere per 10 min a 250° forno statico.

Per il condimento:
  1. Estrarre le pizze dal forno e condirle con la crema di zucca (già cotta al forno e poi frullata con sale, pepe e un cucchiaio di grasso del guanciale precedentemente rosolato in padella), il caciocavallo grattugiato, il guanciale, le nocciole tostate, un filo d’olio, il sale e il pepe quindi cuocere in forno sempre a 250°C per qualche minuto fino a scioglimento del formaggio. Servire subito per apprezzare tutta la sua fragranza.

Ingredienti

Per l’impasto:

  • Semola di grano duro per pizza “La Molisana” 500 g;

  • Acqua tiepida 300 ml;

  • Lievito di birra fresco 10 g;

  • Miele q.b.;

  • Acqua 100 ml;

  • Sale 12 g;

  • Olio extra vergine di oliva q.b.;

Per il condimento:

  • Purea di zucca q.b.;

  • Guanciale q.b.;

  • Caciocavallo o provolone q.b.;

  • Nocciole tostate e pelate q.b.;

  • Sale q.b.;

  • Pepe q.b.