Rigatoni con la pajata

Introduzione

Con due ospiti di eccezione, come Gianni Bismark e Marchetto, vi presentiamo un’altra ricetta tipica della tradizione romana: la pasta con la pajata. La “pajata” è costituita dal secondo tratto dell’intestino tenue e fa parte del quinto quarto: la pajata può essere di vitella o di agnello, ovviamente la pajata di agnello ha un sapore molto più intenso di quella di vitella e necessita di una cottura ancora più prolungata. Per questa ricetta rimaniamo nella tradizione e realizziamo i classici “rigatoni con la pajata”, con una base di soffritto all’italiana e una cottura fatta all’interno della passata di pomodoro.

Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

150 minuti

Tempo di cottura

120 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

Strumenti

Collaborazione

Universal Music Italia

Ingredienti

Per la pajata:

Rigatoni 220 g;

Pajata di vitello 300 g;

Passata di pomodoro 300 g;

Sedano 1 gambo;

Carota 1/2;

Cipolla 1;

Vino bianco ½ bicchiere;

Origano secco q.b.;

Pecorino romano 40 g;

Sale q.b.;

Pepe nero q.b.;

Olio extravergine di oliva q.b.;




Ti manca qualche ingrediente?




Preparazione

Per la pajata:

Annodare la pajata su se stessa, facendo un nodo simile a quello per le scarpe; Rosolare sedano, carota e cipolla in padella con un filo d’olio extravergine;

Aggiungere la pajata annodata in padella, alzare la fiamma e fare rosolare bene; Insaporire con sale e pepe e sfumare con vino bianco;

Una volta evaporato l’alcool aggiungere la passata di pomodoro, salare, pepare, aggiungere origano a piacere e cuocere a fuoco lento per circa 2 ore;

Calare la pasta in abbondante acqua salata; Grattugiare il pecorino;

Dopo la cottura della pajata, tagliarla grossolanamente con le forbici in modo che fuoriesca il latte che darà sapore al sugo; Scolare la pasta al dente in padella e completare la cottura;

Mantecare con pecorino romano e pepe a piacere;

Recipe Chef in Camicia Ricette 0

Rigatoni con la pajata

Introduzione

Con due ospiti di eccezione, come Gianni Bismark e Marchetto, vi presentiamo un’altra ricetta tipica della tradizione romana: la pasta con la pajata. La “pajata” è costituita dal secondo tratto dell’intestino tenue e fa parte del quinto quarto: la pajata può essere di vitella o di agnello, ovviamente la pajata di agnello ha un sapore molto più intenso di quella di vitella e necessita di una cottura ancora più prolungata. Per questa ricetta rimaniamo nella tradizione e realizziamo i classici “rigatoni con la pajata”, con una base di soffritto all’italiana e una cottura fatta all’interno della passata di pomodoro.

P P
Difficoltà

Facile

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

150 minuti

Tempo di cottura

120 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Ingredienti

Per la pajata:

Preparazione
Per la pajata:
  1. Annodare la pajata su se stessa, facendo un nodo simile a quello per le scarpe; Rosolare sedano, carota e cipolla in padella con un filo d’olio extravergine;

  2. Aggiungere la pajata annodata in padella, alzare la fiamma e fare rosolare bene; Insaporire con sale e pepe e sfumare con vino bianco;

  3. Una volta evaporato l’alcool aggiungere la passata di pomodoro, salare, pepare, aggiungere origano a piacere e cuocere a fuoco lento per circa 2 ore;

  4. Calare la pasta in abbondante acqua salata; Grattugiare il pecorino;

  5. Dopo la cottura della pajata, tagliarla grossolanamente con le forbici in modo che fuoriesca il latte che darà sapore al sugo; Scolare la pasta al dente in padella e completare la cottura;

  6. Mantecare con pecorino romano e pepe a piacere;

Ingredienti

Per la pajata:

  • Rigatoni 220 g;

  • Pajata di vitello 300 g;

  • Passata di pomodoro 300 g;

  • Sedano 1 gambo;

  • Carota 1/2;

  • Cipolla 1;

  • Vino bianco ½ bicchiere;

  • Origano secco q.b.;

  • Pecorino romano 40 g;

  • Sale q.b.;

  • Pepe nero q.b.;

  • Olio extravergine di oliva q.b.;