Rosette modenesi

INTRODUZIONE

Primo piatto tradizionale emiliano, in particolare della zona del modenese, queste rosette sono buonissime e golose. Farcite con formaggio e prosciutto cotto di Vignola, anch’esso autoctono, sono molto più semplici di quello che sembra da cucinare. Le preparazioni sono diverse, ma la qualità del piatto finale guadagna tantissimi punti preparando in casa sia la pasta fresca che la besciamella. Per quanto riguarda la parte golosa, ci pensano i formaggi e il prosciutto a rendere la ricetta davvero perfetta. Ideali per un pranzo in famiglia durante le feste, ma anche per celebrare lo stare insieme della Domenica.

Difficoltà

Facile

Dosi

4 persone

Tempo di preparazione

40 minuti

Tempo di cottura

40 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

30 minuti

Strumenti

Collaborazione

NeN Energia

Ingredienti

Per la pasta fresca:

Farina 00 300 g;

Uova a pasta gialla 3;

Per la besciamella:

Latte fresco intero 500 g + 100 g;

Burro 50 g;

Farina 50 g;

Grana Padano DOP 70 g;

Sale q.b.;

Pepe nero q.b.;

Noce moscata q.b.

Per il ripieno:

Prosciutto cotto di Vignola 350 g;

Fontina 300 g;

Besciamella q.b.

Per la teglia:

Burro q.b.;

Besciamella q.b.;

Grana Padano DOP 50 g.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

La ricetta originale prevede l’impiego di fontina per il ripieno: puoi sostituirla con un altro formaggio di tuo gusto, come per esempio scamorza affumicata.
Puoi rendere il piatto vegetariano con un ripieno di spinaci o carciofi, sostituendo il latte con il latte vegetale e scegliendo un formaggio derivante da caglio vegetale.




Preparazione

Per la pasta fresca:

Sbattere le uova in una ciotola. Formare una fontana con la farina all’interno di un’altra ciotolina, versare al centro l’uovo sbattuto e inglobare via via la farina con le mani. Una volta ottenuto un composto legato e compatto, trasferire sul piano da lavoro e lavorare per circa 10 minuti. Avvolgere in pellicola e lasciare riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente o in frigorifero (a seconda della temperatura dell’ambiente).

Per la besciamella:

Fondere burro e farina in una casseruola per ottenere il roux: cuocere per 3-4 minuti a fiamma bassa mescolando di continuo. Versare il latte freddo a filo e mescolando di continuo con una frusta o un cucchiaio di legno. Una volta inserito tutto il latte cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti. Regolare di sale, di pepe e noce moscata. Aggiungere il parmigiano grattugiato a fuoco spento e tenere da parte. Coprire la besciamella con pellicola per evitare la formazione della pellicola che, rimescolando la besciamella, darebbe vita a dei grumi. In caso questo accada, basterà filtrare la besciamela con un colino prima di utilizzarla)

Per la pasta fresca:

Tirare la pasta fresca allo spessore minimo e tagliare in rettangoli di circa 15x20 cm. Portare ad ebollizione dell’acqua salata, quindi spegnere il fuoco. Immergere i fogli di pasta fresca per una decina di secondi, quindi scolarli e asciugarli sui canovacci puliti.

Per la farcitura:

Imburrare la teglia di cottura. Spalmare un foglio di pasta con una cucchiaiata di besciamella, in modo da formare un velo piuttosto sottile quindi spolverare con del formaggio grattugiato. Ricoprire con il prosciutto cotto e la fontina tagliata in piccoli cubetti. Arrotolare per il lato corto e tagliare in 3 porzioni di circa 5 cm di lunghezza. Sistemare le rosette via via all’interno della teglia imburrata.

Riportare la besciamella sul fuoco e allungarla con un po’ di latte, in modo da avere una besciamella più fluida per la cottura. Irrorare abbondantemente ogni rosetta con la besciamella, cospargere di formaggio grattugiato. Cuocere in forno a 190° per circa 30-40 minuti, ed ultimare la cottura a 220° o sotto il grill per ottenere una bella gratinatura in superficie.

Recipe Chef in Camicia Primi 0

Rosette modenesi

INTRODUZIONE

Primo piatto tradizionale emiliano, in particolare della zona del modenese, queste rosette sono buonissime e golose. Farcite con formaggio e prosciutto cotto di Vignola, anch’esso autoctono, sono molto più semplici di quello che sembra da cucinare. Le preparazioni sono diverse, ma la qualità del piatto finale guadagna tantissimi punti preparando in casa sia la pasta fresca che la besciamella. Per quanto riguarda la parte golosa, ci pensano i formaggi e il prosciutto a rendere la ricetta davvero perfetta. Ideali per un pranzo in famiglia durante le feste, ma anche per celebrare lo stare insieme della Domenica.

PT40M PT40M
Difficoltà

Facile

Dosi

4 persone

Tempo di preparazione

40 minuti

Tempo di cottura

40 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

30 minuti

Ingredienti

Per la pasta fresca:

Per la besciamella:

Per il ripieno:

Per la teglia:

Ti manca qualche ingrediente?

La ricetta originale prevede l’impiego di fontina per il ripieno: puoi sostituirla con un altro formaggio di tuo gusto, come per esempio scamorza affumicata.
Puoi rendere il piatto vegetariano con un ripieno di spinaci o carciofi, sostituendo il latte con il latte vegetale e scegliendo un formaggio derivante da caglio vegetale.

Preparazione
Per la pasta fresca:
  1. Sbattere le uova in una ciotola. Formare una fontana con la farina all’interno di un’altra ciotolina, versare al centro l’uovo sbattuto e inglobare via via la farina con le mani. Una volta ottenuto un composto legato e compatto, trasferire sul piano da lavoro e lavorare per circa 10 minuti. Avvolgere in pellicola e lasciare riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente o in frigorifero (a seconda della temperatura dell’ambiente).

Per la besciamella:
  1. Fondere burro e farina in una casseruola per ottenere il roux: cuocere per 3-4 minuti a fiamma bassa mescolando di continuo. Versare il latte freddo a filo e mescolando di continuo con una frusta o un cucchiaio di legno. Una volta inserito tutto il latte cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti. Regolare di sale, di pepe e noce moscata. Aggiungere il parmigiano grattugiato a fuoco spento e tenere da parte. Coprire la besciamella con pellicola per evitare la formazione della pellicola che, rimescolando la besciamella, darebbe vita a dei grumi. In caso questo accada, basterà filtrare la besciamela con un colino prima di utilizzarla)

Per la pasta fresca:
  1. Tirare la pasta fresca allo spessore minimo e tagliare in rettangoli di circa 15x20 cm. Portare ad ebollizione dell’acqua salata, quindi spegnere il fuoco. Immergere i fogli di pasta fresca per una decina di secondi, quindi scolarli e asciugarli sui canovacci puliti.

Per la farcitura:
  1. Imburrare la teglia di cottura. Spalmare un foglio di pasta con una cucchiaiata di besciamella, in modo da formare un velo piuttosto sottile quindi spolverare con del formaggio grattugiato. Ricoprire con il prosciutto cotto e la fontina tagliata in piccoli cubetti. Arrotolare per il lato corto e tagliare in 3 porzioni di circa 5 cm di lunghezza. Sistemare le rosette via via all’interno della teglia imburrata.

  2. Riportare la besciamella sul fuoco e allungarla con un po’ di latte, in modo da avere una besciamella più fluida per la cottura. Irrorare abbondantemente ogni rosetta con la besciamella, cospargere di formaggio grattugiato. Cuocere in forno a 190° per circa 30-40 minuti, ed ultimare la cottura a 220° o sotto il grill per ottenere una bella gratinatura in superficie.

Ingredienti

Per la pasta fresca:

  • Farina 00 300 g;

  • Uova a pasta gialla 3;

Per la besciamella:

  • Latte fresco intero 500 g + 100 g;

  • Burro 50 g;

  • Farina 50 g;

  • Grana Padano DOP 70 g;

  • Sale q.b.;

  • Pepe nero q.b.;

  • Noce moscata q.b.

Per il ripieno:

  • Prosciutto cotto di Vignola 350 g;

  • Fontina 300 g;

  • Besciamella q.b.

Per la teglia:

  • Burro q.b.;

  • Besciamella q.b.;

  • Grana Padano DOP 50 g.