Salsa peverada

INTRODUZIONE

“Peverada” in dialetto padovano significa letteralmente “pepata” , si tratta infatti di una salsa realizzata con fegatini di pollo, soppressa veneta, spezie e abbondante pepe. Come spesso capita per molti piatti tipici regionali, esistono molte varianti di questa salsa infatti oltre alla soppressa veneta possono essere aggiunti salsiccia, lardo o pancetta e anche le spezie tendon ad essere variegate. Spesso questa salsa è aggiunta in cottura ad altre carni come faraona, gallina, piccione e cacciagione varia, andando ad arricchirne ulteriormente il gusto. Si tratta di una pietanza molto semplice e preparata tipicamente in inverno durante le festività natalizie. Quale occasione migliore per provarla se non le prossime vacanze di Natale!

 

Difficoltà

Media

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Tempo di riposo

Strumenti

Mixer

Collaborazione

Ingredienti

Soppressa veneta 150 g;

Fegatini di pollo 150 g;

Filetti di acciuga dissalati 3;

Scorza di limone q.b.;

Aceto di vino bianco 50 ml;

Aglio 1 spicchio;

Prezzemolo fresco q.b.;

Olio evo q.b.;

Pepe nero q.b.;

Sale fino q.b.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire la soppressa veneta con salsiccia, lardo o pancetta.

Puoi aggiungere bacche di ginepro o salvia.




Preparazione

Frullare al mixer i fegatini insieme alla soppressa, le acciughe dissalate, un po’ di scorza di limone e il prezzemolo. Scaldare abbondante olio in casseruola e soffriggere uno spicchio d’aglio, fino a farlo imbiondire, quindi rimuoverlo.

Aggiungere in casseruola il trito preparato, salare e mescolare bene. Dopo qualche minuto pepare abbondantemente, bagnare con l’aceto e cuocere a fuoco lento per 10-15 minuti.

Servire ben calda in accompagnamento a carni bianche o con dei crostini di pane.

Recipe Chef in Camicia 0

Salsa peverada

INTRODUZIONE

“Peverada” in dialetto padovano significa letteralmente “pepata” , si tratta infatti di una salsa realizzata con fegatini di pollo, soppressa veneta, spezie e abbondante pepe. Come spesso capita per molti piatti tipici regionali, esistono molte varianti di questa salsa infatti oltre alla soppressa veneta possono essere aggiunti salsiccia, lardo o pancetta e anche le spezie tendon ad essere variegate. Spesso questa salsa è aggiunta in cottura ad altre carni come faraona, gallina, piccione e cacciagione varia, andando ad arricchirne ulteriormente il gusto. Si tratta di una pietanza molto semplice e preparata tipicamente in inverno durante le festività natalizie. Quale occasione migliore per provarla se non le prossime vacanze di Natale!

 

PT20M PT10M
Difficoltà

Media

Dosi

2 persone

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

10 minuti

Costo

Basso

Dieta

Di carne

Ingredienti

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi sostituire la soppressa veneta con salsiccia, lardo o pancetta.

Puoi aggiungere bacche di ginepro o salvia.

Preparazione
  1. Frullare al mixer i fegatini insieme alla soppressa, le acciughe dissalate, un po’ di scorza di limone e il prezzemolo. Scaldare abbondante olio in casseruola e soffriggere uno spicchio d’aglio, fino a farlo imbiondire, quindi rimuoverlo.

  2. Aggiungere in casseruola il trito preparato, salare e mescolare bene. Dopo qualche minuto pepare abbondantemente, bagnare con l’aceto e cuocere a fuoco lento per 10-15 minuti.

  3. Servire ben calda in accompagnamento a carni bianche o con dei crostini di pane.

Ingredienti
  • Soppressa veneta 150 g;

  • Fegatini di pollo 150 g;

  • Filetti di acciuga dissalati 3;

  • Scorza di limone q.b.;

  • Aceto di vino bianco 50 ml;

  • Aglio 1 spicchio;

  • Prezzemolo fresco q.b.;

  • Olio evo q.b.;

  • Pepe nero q.b.;

  • Sale fino q.b.