Trofie al pesto

INTRODUZIONE

Vi chiederete cosa abbia di speciale questa ricetta ed in effetti di speciale non ha proprio niente se non fosse che è una delle tante e buonissime specialità liguri.

La Liguria è una regione davvero ricca a livello di tradizione culinaria e le trofie al pesto sono senz’altro uno dei primi piatti più conosciuti. Di speciale però in effetti una cosa c’è perché Chef Marta si è cimentata, con grande soddisfazione, nella preparazione anche delle trofie, oltre che del pesto.

Preparare le trofie in casa è più semplice di quello che possiate immaginare e ne vale davvero la pena perché il piatto viene ancor più valorizzato. Un primo piatto davvero semplice che nasconde tutta la sua ricchezza proprio nella semplicità e nella freschezza degli ingredienti, per un pranzo fresco tra amici o in famiglia amato proprio da tutti, grandi e piccini!

 

Difficoltà

Facile

Dosi

4 persone

Tempo di preparazione

40 minuti

Tempo di cottura

8 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

20 minuti

Strumenti

Collaborazione

Ingredienti

Per le trofie:

Farina di semola rimacinata 250 g;

Acqua a temperatura ambiente 140 g;

Sale 1 pizzico

Per il pesto:

Basilico 50 g;

Aglio 1 spicchio;

Parmigiano reggiano grattugiato 70 g;

Pecorino fiore sardo 30 g;

Olio evo 100 ml;

Pinoli 20 g;

Sale grosso 1 pizzico.




Ti manca qualche ingrediente?

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi utilizzare le trofie già pronte al posto di quelle fatte in casa.

Puoi utilizzare il mixer al posto del mortaio.




Preparazione

Per le trofie:

In una ciotola unire la farina di semola con l’acqua e il sale. Impastare prima in ciotola con le mani poi sul piano di lavoro, lavorandolo fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Coprire con pellicola e lasciare riposare per 20 minuti.

Trascorso questo tempo, tagliare un pezzo di impasto e creare un piccolo cilindro di circa 1 cm di diametro. Dal cilindro tagliare dei tocchetti di circa 1,5 cm di lunghezza.

Con i palmi delle mani creare da ogni tocchetto una sorta di serpentello a due punte quindi avvolgerlo intorno allo stecchino. Rotolare lo stecchino con la trofia avvolta sul piano di lavoro effettuando una certa pressione.

Sfilare la trofia dallo stecchino e adagiare su un vassoio leggermente infarinato con della semola. Ripetere l’operazione fino a terminare l’impasto. Cuocere le trofie in acqua bollente per circa 5 minuti e condire con il pesto.

Per il pesto:

Pestare nel mortaio lo spicchio di aglio sbucciato insieme ad un pizzico di sale grosso. Quando l’aglio sarà diventato una crema, aggiungere le foglie di basilico insieme ad un altro pizzico di sale grosso.

Pestare le foglie di basilico ruotando il pestello su se stesso e allo stesso tempo schiacciando le foglie contro le pareti del mortaio. Quando le foglie saranno completamente pestate e avrà iniziato a fuoriuscire un liquido verde, aggiungere i pinoli e ridurre il tutto in crema sempre pestando con il mortaio. Aggiungere anche i formaggi poco alla volta. In fine aggiungere l’olio a filo, sempre pestando. Condire le trofie con il pesto e servire.

Recipe Chef in Camicia Primi 0

Trofie al pesto

INTRODUZIONE

Vi chiederete cosa abbia di speciale questa ricetta ed in effetti di speciale non ha proprio niente se non fosse che è una delle tante e buonissime specialità liguri.

La Liguria è una regione davvero ricca a livello di tradizione culinaria e le trofie al pesto sono senz’altro uno dei primi piatti più conosciuti. Di speciale però in effetti una cosa c’è perché Chef Marta si è cimentata, con grande soddisfazione, nella preparazione anche delle trofie, oltre che del pesto.

Preparare le trofie in casa è più semplice di quello che possiate immaginare e ne vale davvero la pena perché il piatto viene ancor più valorizzato. Un primo piatto davvero semplice che nasconde tutta la sua ricchezza proprio nella semplicità e nella freschezza degli ingredienti, per un pranzo fresco tra amici o in famiglia amato proprio da tutti, grandi e piccini!

 

PT40M PT8M
Difficoltà

Facile

Dosi

4 persone

Tempo di preparazione

40 minuti

Tempo di cottura

8 minuti

Costo

Basso

Dieta

Vegetariana

Tempo di riposo

20 minuti

Ingredienti

Per le trofie:

Per il pesto:

Ti manca qualche ingrediente?

Puoi utilizzare le trofie già pronte al posto di quelle fatte in casa.

Puoi utilizzare il mixer al posto del mortaio.

Preparazione
Per le trofie:
  1. In una ciotola unire la farina di semola con l’acqua e il sale. Impastare prima in ciotola con le mani poi sul piano di lavoro, lavorandolo fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Coprire con pellicola e lasciare riposare per 20 minuti.

  2. Trascorso questo tempo, tagliare un pezzo di impasto e creare un piccolo cilindro di circa 1 cm di diametro. Dal cilindro tagliare dei tocchetti di circa 1,5 cm di lunghezza.

  3. Con i palmi delle mani creare da ogni tocchetto una sorta di serpentello a due punte quindi avvolgerlo intorno allo stecchino. Rotolare lo stecchino con la trofia avvolta sul piano di lavoro effettuando una certa pressione.

  4. Sfilare la trofia dallo stecchino e adagiare su un vassoio leggermente infarinato con della semola. Ripetere l’operazione fino a terminare l’impasto. Cuocere le trofie in acqua bollente per circa 5 minuti e condire con il pesto.

Per il pesto:
  1. Pestare nel mortaio lo spicchio di aglio sbucciato insieme ad un pizzico di sale grosso. Quando l’aglio sarà diventato una crema, aggiungere le foglie di basilico insieme ad un altro pizzico di sale grosso.

  2. Pestare le foglie di basilico ruotando il pestello su se stesso e allo stesso tempo schiacciando le foglie contro le pareti del mortaio. Quando le foglie saranno completamente pestate e avrà iniziato a fuoriuscire un liquido verde, aggiungere i pinoli e ridurre il tutto in crema sempre pestando con il mortaio. Aggiungere anche i formaggi poco alla volta. In fine aggiungere l’olio a filo, sempre pestando. Condire le trofie con il pesto e servire.

Ingredienti

Per le trofie:

  • Farina di semola rimacinata 250 g;

  • Acqua a temperatura ambiente 140 g;

  • Sale 1 pizzico

Per il pesto:

  • Basilico 50 g;

  • Aglio 1 spicchio;

  • Parmigiano reggiano grattugiato 70 g;

  • Pecorino fiore sardo 30 g;

  • Olio evo 100 ml;

  • Pinoli 20 g;

  • Sale grosso 1 pizzico.